olio-extravergine-biologico-abruzzese

La fase finale del controllo qualità del nostro olio extravergine biologico

CERCHI UN OLIO EXTRAVERGINE BIOLOGICO ABRUZZESE?

Lo hai trovato! La nostra Azienda Agricola Biologica produce uno dei prodotti tipici dell’agricoltura abruzzese, l’olio d’oliva appunto. Ora ti spiego come lo produciamo e perché abbiamo deciso di certificarlo.

Perchè abbiamo scelto di certificare il nostro olio extravergine biologico abruzzese?

La decisione di far certificare il nostro olio extravergine biologico abruzzese, è stata l’ultimo atto di un lungo ed articolato processo: partendo dalla coltivazione dei terreni che ospitano l’oliveto dove manteniamo la fertilità senza usare nessun prodotto chimico di sintesi, passando alla cura delle piante di olivo che avviene utilizzando solo prodotti naturali e solo in caso di necessità, fino ad arrivare alla lavorazione in frantoio anch’esso certificato per la produzione di olio d’oliva biologico. Le due motivazioni principali che ci hanno portato a prendere questa decisione ed affrontare con serenità le maggiori e crescenti difficoltà sono:

  • assicurare ai nostri clienti un alimento, quale l’olio extravergine di oliva, naturale al 100% senza alcuna traccia di residui chimici;
  • salvaguardare l’intero ecosistema da qualsiasi forma di inquinamento.

La coltivazione dei terreni e la cura dell’oliveto in agricoltura biologica

Coltivare un terreno in maniera appropriata e prendersi cura dell’oliveto in agricoltura biologica significa non utilizzare mai concimi chimici o fitofarmaci di sintesi, ovvero prodotti non di origine naturale. Questi prodotti, infatti, soprattutto se impiegati in dosi eccessive, provocano oltre all’inquinamento dei terreni e delle falde acquifere, anche l’uccisione di organismi utili alle piante che hanno la funzione di impollinatori o di combattere altri parassiti nocivi alla salute della pianta dell’olivo. Inoltre, i parassiti diventano con il tempo sempre più resistenti agli antiparassitari di sintesi e quindi, per combatterli, occorre impiegare prodotti chimici sempre più potenti per poter svolgere efficacemente la loro azione. Tutto ciò innesca quindi un circolo vizioso che solo l’ agricoltura biologica o l’agricoltura biodinamica può spezzare.

Nella nostra Azienda Agricola Biologica per la concimazione dei terreni e per i trattamenti fitosanitari degli oliveti utilizziamo, fin dall’anno 2000, esclusivamente prodotti riconosciuti in agricoltura biologica: la frequenza dei trattamenti è variabile in funzione delle specifiche necessità che vengono valutate di anno in anno direttamente sul campo da Delia Orsini.

La lavorazione delle olive biologiche in frantoio

Nella scelta del frantoio, oltre a verificare la tecnologia delle macchine impiegate per la lavorazione delle olive, in quanto determinanti per ottenere un olio extravergine di alta qualità occorre assicurarsi che esso sia in possesso della certificazione biologica.

Il possesso della certificazione assicura che, prima dell’avvio del ciclo di lavorazione delle olive, tutti i macchinari vengano sempre accuratamente lavati ed inoltre che le olive biologiche non vengano mai in contatto con altre non biologiche.

Alla fine, tutte queste attenzioni ci assicurano che il nostro olio extravergine biologico abruzzese oltre ad essere un olio extravergine di qualità sia anche un olio biologico al 100%.

La certificazione dell’olio da parte dell’ente di controllo biologico

Il certificato bio con validità triennale riemesso dall’ente di certificazione Suolo e Salute nel mese di novembre 2017 attesta la piena conformità, sia dell’oliveto sia dell’olio extravergine d’oliva prodotto, al disciplinare dell’agricoltura biologica.